IN VIAGGIO CON LA FORCHETTA, ITALIA

2 settimane in Sicilia: itinerario completo on the road

24 Settembre 2018
2 settimane in Sicilia

Rocce bruciate dal sole, mare stupendo, il barocco sfrenato e una cultura gastronomica immensa. La Sicilia è questo e tanto altro. Un’isola che ti ammalia come il canto delle Sirene, un turbinio di culture diverse che si intrecciano e catturano il cuore. Abbiamo trascorso 2 settimane in Sicilia, facendo il giro completo partendo e tornando a Palermo e, in questo articolo, vi sveleremo ogni dettaglio del nostro viaggio on the road.

Ad essere sinceri, 2 settimane in Sicilia non bastano per scoprire tutte le meraviglie dell’isola. Ci sono talmente tante bellezze e bontà che bisogna tornarci più e più volte. In 16 giorni si fa un bel tour abbondante, si mangia tanto pesce e tanti cannoli, ma vi assalirà presto la nostalgia e penserete già al prossimo viaggio, ve lo assicuriamo.

3 GIORNI A PIEDI a PALERMO

Palermo è graffiante, Palermo è un turbinio di sensazioni, Palermo è unica. Siamo rimasti ammaliati dal capoluogo siciliano, una città che è un costante susseguirsi di contraddizioni, dove pregi e difetti si rincorrono per creare un luogo pressoché unico.

Il caos nelle strade, tra schiamazzi e traffico senza controllo, fa a pugni con la meravigliosa perfezione delle chiese barocche, in cui culture diverse si sono avvicendate, creando delle opere d’arte uniche al mondo. Non pensavamo di poter vedere così tante opere musive, in grado di rivaleggiare persino con Ravenna, la città dei mosaici bizantini per eccellenza. 

2 settimane in Sicilia

Palermo si gira facilmente a piedi, dai Quattro Canti si diramano le vie principali, che vi porteranno in tutti i punti di maggior interesse storico-artistico…e gastronomico. 

Da Palermo, non perdete l’occasione di andare a visitare il duomo di Monreale, un gioiello dal valore inestimabile in quanto a ricchezza artistica. Ci sono vari collegamenti in autobus che permettono di arrivare a Monreale in poco meno di un’oretta.

2 settimane in Sicilia

Oltre che di storia ed arte, Palermo è una città dall’immensa ricchezza gastronomica. I mercati, specialmente il Ballarò, sono il cuore pulsante della città, autentico crogiolo di profumi e culture diverse. Camminate parecchio per far posto a tutte le leccornie che vi stuzzicheranno, dallo street food alle trattorie passando per gelaterie e pasticcerie, Palermo vi metterà di fronte all’amara verità che la dieta non esiste.   

dove mangiare in Sicilia

Dove dormire a Palermo:

Dove mangiare a Palermo: 

  • Pasticceria Costa
  • Pasticceria Cappello
  • Casa Stagnitta
  • Gelateria Ciccio Adelfio
  • Nni Franco U’ Vastiddaru
  • FUD

TRAPANI e la COSTA OCCIDENTALE

Il vortice di Palermo lascia spazio alla tranquillità di Trapani e alla costa occidentale siciliana. Per il maltempo ci è saltata la riserva dello Zingaro, ma ci siamo rifatti con una suggestiva visita tra le nebbie ad Erice, splendido borgo arroccato, abbellito anche da un festival di street art.

2 settimane in Sicilia

L’Isola di Favignana, facilmente raggiungibile da Trapani col traghetto, offre uno dei mari più belli che ci sia mai capitato di vedere. Tuttavia, ci sentiamo di consigliare l’isola solo se siete veramente appassionati di tuffi e nuotate, perché l’entroterra è praticamente desertico.

2 settimane in Sicilia

Siamo rimasti colpiti dalla bellezza delle saline di Trapani, che si estendono lungo la costa fin quasi a Marsala. Il paesaggio è un susseguirsi di sfumature che dal bianco, cadono nell’azzurro per sfociare nel rosa.

Al tramonto sono abbracciate dal sole, ma vi consigliamo di passeggiare tra questi insoliti paesaggi anche nella quiete del mattino

2 settimane in Sicilia in auto

Dove mangiare a Trapani e sulla costa occidentale:

I TEMPLI: SELINUNTE ed AGRIGENTO

La magnificenza dei templi di Agrigento e Selinunte lascia a bocca aperta. L’immensa Valle dei Templi ad Agrigento è un prezioso retaggio dell’antichità greca ed è impressionante lo stato di conservazione dei templi. 

Per girare la Valle vi consigliamo vivamente il tardo pomeriggio, quando il sole si fa decisamente meno forte. La cartellonistica è ricca di informazioni e il percorso da un tempio all’altro ben segnalato. 

2 settimane in Sicilia

Selinunte è meno famosa, ma ugualmente bella. Il tempio principale, catalogato con la lettera E, è stato ricostruito a fine anni ’50 ed esprime tutta la sua maestosità stagliandosi sulla collina principale del parco archeologico.

Anche per Selinunte, vale il consiglio di una visita nel tardo pomeriggio per evitare le ore più calde della giornata.

2 settimane in Sicilia

Dove dormire a Selinunte ed Agrigento:

Dove mangiare a Selinunte:

  • Boomerang, Marinella di Selinunte

COSTA ORIENTALE

Ragusa, Modica e Noto

Avevamo grandissime aspettative per queste tre città, ognuna famosa per un prodotto gastronomico d’eccellenza, ma siamo rimasti un po’ delusi.

Ragusa, la cui parte antica è Ragusa Ibla, non offre un granché. Abbiamo avuto la sfortuna di capitare durante la festa patronale ed era praticamente tutto chiuso, duomo compreso. Non siamo riusciti a trovare nemmeno una bottega dove acquistare il ragusano DOP, ma almeno ci siamo rifatti con un’ottima brioche col gelato.

2 settimane in Sicilia in auto

Modica è la più piccola delle tre, si visita tranquillamente in mezza giornata e, oltre che sul duomo, basa la sua fama sull’ottimo cioccolato che ivi viene lavorato. Imperdibile è la visita, con annessa degustazione, ad una delle tante cioccolaterie presenti in città. Noi, per non farci mancare niente, ne abbiamo visitate addirittura due. Dovevamo pur confrontare la qualità, giusto?

2 settimane in Sicilia

Su Noto, e in particolare sul famoso Caffè Sicilia di Corrado Assenza, riponevamo il massimo dell’aspettativa, soprattutto dopo aver visto la puntata di Chef’s Table a lui dedicata.

Però sia la città sia la pasticceria non ci hanno entusiasmati come avremmo voluto. Il duomo, esternamente bellissimo, è moderno all’interno e non ci ha emozionato. Mentre la pasticceria, per quanto di ottima qualità, non era stellare come da docu-Netflix! Ah mannaggia alla televisione!

2 settimane in Sicilia

Dove mangiare a Ragusa, Modica e Noto:

Marzamemi

Il villaggio di pescatori più famoso della Sicilia grazie ad Instagram è molto carino da visitare. All’infuori della piazza e del mare non c’è nulla, ma la piazza da sola vale sicuramente la visita, soprattutto se avrete la fortuna di trovare una mattina tranquilla senza troppi turisti. 

2 settimane in Sicilia

Dove mangiare a Marzamemi:

  • Liccamuciula

Siracusa 

Siracusa, e in particolar modo l’isola di Ortigia, sono state una delle scoperte più belle del nostro viaggio di 2 settimane in Sicilia. Ci siamo innamorati di questa città, del suo mercato, del suo cibo e del suo mare. Torneremo, ne siamo sicuri, perché è una vera bomboniera. 

2 settimane in Sicilia

Il mercato di Ortigia rivaleggia in bellezza con quelli di Palermo. Vi immergerete tra speziali, bancarelle di frutta, banchi del pesce e, soprattutto, verrete attratti dal panino più grande della vostra vita.

Il caseificio Borderi e il suo mastro casaro Andrea, sono gli artefici di tale bontà, che però è solo un tramite per farvi scoprire le vere perle del caseificio, i formaggi prodotti dallo stesso Andrea. Impossibile non portarsi a casa almeno uno…vabbè due o tre pezzi di formaggio.

2 settimane in Sicilia

Dove dormire a Siracusa:

Dove mangiare a Siracusa – Ortigia:

ALL’OMBRA DELL’ETNA

Il vulcano si mostrerà a voi già parecchi chilometri prima di arrivare nel catanese, dominando incontrastato l’orizzonte. Tanto il vulcano è maestoso, quanto è mesta Catania, la città che ci ha meno colpito durante il nostro viaggio on the road in Sicilia. Eccessivamente caotica e sporca, ci ha davvero poco impressionato. Si salva unicamente il folkloristico mercato del pesce.

2 settimane in Sicilia

La zona intorno al vulcano è più avventurosa e il paesaggio è molto diverso dal tipico immaginario siciliano. La natura domina quasi incontrastata, interrotta solo da qualche paesino. 

In questo contesto naturalistico abbiamo fatto una delle attività che più amiamo: l’escursione in quad nella valle dell’Alcantara, il fiume principale della regione che divide le province di Catania e Messina.

2 settimane in Sicilia in auto

E dopo esserci insabbiati tra le rocce, non c’è niente di meglio che andare a bagnarsi i piedi nell’acqua gelata delle gole dell’Alcantara, dove il fiume ha scavato la roccia, regalando uno spettacolo naturalistico molto suggestivo.

Dove mangiare a Catania:

  • Scirocco Fish Lab
  • Pasticceria Savia

CEFALÙ

Il borghetto di Cefalù è dominato dalla rocca e costeggiato da un mare cristallino. L’ultima tappa del nostro viaggio di 2 settimane in Sicilia è stata una rilassante spiaggia di sabbia, sulla quale ci siamo lasciati coccolare dalla brezza marina.

Per mancanza di tempo non abbiamo fatto una visita approfondita del borgo, ma ci siamo limitati a passeggiare tra le sue animate vie e goderci uno dei tramonti più meravigliosi della nostra vita, accompagnato immancabilmente da un buon calice di vino.

2 settimane in Sicilia

Dove mangiare a Cefalù:

CONSIGLI PRATICI per un ON THE ROAD in SICILIA

Sul guidare in Sicilia ci sono due grosse differenziazioni da fare: le città e il resto dell’isola. In città il traffico è sregolato ed assurdo, fuori la guida è normale e le strade principali sono tutte in ottimo stato.

Palermo è un caso, o per meglio dire un incubo a parte. Se potete, evitate di guidare nel capoluogo siciliano e prendete l’auto a noleggio o all’aeroporto o alla stazione Notarbartolo, che si trova quasi fuori città.

Ci siamo affidati ad AutoEurope per il noleggio ed è filato tutto liscio. Abbiamo scelto una minicar, sia per una questione economica, sia perché viaggiando leggeri, non avevamo bisogno di una grossa auto. A posteriori la scelta è stata più che azzeccata.

Pro e contro di una minicar, per l’esattezza un Kia Picanto:

PRO

Facilità di parcheggio

Ideale per muoversi tra gli spazi stretti delle città

CONTRO

Scarsa potenza del motore

Gli spostamenti più lunghi sono molto stancanti

2 settimane in Sicilia on the road

COSA MANGIARE IN SICILIA

“Dai Spignattando, va bene tutto, ma questa è la sezione che aspettiamo!! Vogliamo sapere dove e cosa mangiare in Sicilia?!”

Vi daremo tantissimi consigli nelle prossime settimane su cosa mangiare in Sicilia e dove gustare i migliori prodotti, ma è giusto apparecchiare la tavola per i prossimi articoli.

In Sicilia si mangia SEMPRE! Qualunque ora del giorno e della notte è buona per uno spuntino, una granita, un cannolo o qualche altra leccornia.

Bisogna essere preparati al confronto, perché la cucina siciliana è carica. Le porzioni sono abbondanti, così come i condimenti e non si lesina sui fritti e sugli zuccheri. Sappiate che non sfuggirete a qualche abbuffata, soprattutto se avete amici siciliani che vi portano fuori a mangiare, quindi un tè o una camomilla in camera saranno un ottimo aiuto per la digestione.

I locali iniziano il servizio di pranzo per le 13, mentre quello serale parte dalle 20 circa. In città più grandi, gli orari sono più flessibili, ma in generale i siciliani mangiano volentieri più tardi rispetto ai nostri standard da campagnoli lombardi.

2 settimane in Sicilia

I prezzi sono molto abbordabili, una brioscia col gelato vi costa massimo 3 € e vi sazia senza problemi a pranzo. Ovviamente ci sono ristoranti per ogni fascia di prezzo, ma in media si cena abbondantemente con circa 20 € a persona.

Sappiamo che con la Sicilia è solo un arrivederci. Durante il viaggio, cari follower di Spignattando, ci avete consigliato talmente tanti posti nuovi da vedere o dove andare a mangiare, che non ci sarebbe bastato un mese per scoprirli tutti.

Ringraziandovi tutti per l’affetto e i consigli, vi promettiamo che torneremo in Sicilia al più presto...state connessi che vi aspettano immense novità!

2 settimane in Sicilia

Per qualunque domanda sul nostro viaggio di 2 settimane in Sicilia on the road non esitate a contattarci via mail o tramite Facebook. Saremo felici di aiutarvi. 

 

You Might Also Like

4 Comments

  • Reply Alessia 27 Settembre 2018 at 11:24

    Davvero non vi è piaciuta Catania?! Io l’ho trovata fascinosissima!! Ad ogni modo avete fatto un giro strepitoso ragazzi! Mi manca un sacco da vedere in questa isola stupenda, sarà meglio che mi dia da fare 😉

    • Reply Spignattando 27 Settembre 2018 at 16:08

      Purtroppo non ci ha trasmesso nulla, se non l’esperienza al mercato del pesce e un buonissimo fritto di mare 😛 Eh si, è stato proprio un bel giro lungo, anche se anche noi abbiamo in lista molte cose da tornare a vedere e mangiare 🙂

  • Reply Spignattando 26 Settembre 2018 at 8:50

    La Sicilia ti cattura il cuore e ti fa venire voglia di tornare! Caspita tutto questo giro in 6 giorni!! 😛 Noi dopo questo lungo giro abbiamo capito che sarà bello dividerla in zone da esplorare con calma e assaporare intensamente 🙂

  • Reply Silvia - The Food Traveler 25 Settembre 2018 at 10:35

    Mi piacerebbe tornare in Sicilia perché è una terra talmente ricca! E io purtroppo l’ho vista una volta sola in gita al liceo: più o meno abbiamo fatto le stesse tappe tranne Marzamemi ma di corsa – tutto in sei giorni! Devo rimediare, magari anche partendo da un bel weekend lungo a Palermo.
    Mi segno i vostri suggerimenti gastronomici e non solo 😍

  • La tua opinione è importante

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: