IN VIAGGIO CON LA FORCHETTA

Una giornata in Valle d’Aosta tra cultura e polenta

10 agosto 2017
giornata in valle d'Aosta

In queste settimane vi abbiamo consigliato alcune ricette anti-caldo, ma il frozen yogurt da solo non basta. Abbiamo deciso di andare a respirare un po’ di aria fresca…e farci una bella mangiata! La scelta è fin troppo facile per noi. La Valle d’Aosta è solo ad un’oretta di macchina da casa e offre moltissimo dal punto di vista turistico. Ci sono magnifiche escursioni e castelli ricchi di storia, ma soprattutto ci sono delle ottime baite in cui mangiare polenta, fontina e altre leccornie della valle. Tutti gli ingredienti per trascorrere una bella giornata in Valle d’Aosta.

Di buon mattino siamo partiti in direzione Valle d’Aosta e abbiamo immediatamente puntato ad un caseificio per far scorta di formaggi. Il caseificio Evançon di Arnad ha una nutrita selezione di ottimi formaggi vaccini e caprini di vari produttori della valle. D’obbligo prendere la fontina, ma non lasciatevi sfuggire qualche altro buon prodotto come lo chateau d’Arnad o l’eccezionale Blue d’Aoste.

giornata in valle d'Aosta

IL CASTELLO DI ISSOGNE

Comprato i formaggi ci siamo diretti alla nostra visita culturale: il castello di Issogne. Una dimora signorile situata nel centro del paese, in ottimo stato di conservazione.

giornata in valle d'Aosta

Ogni mezz’ora partono le visite guidate e il biglietto d’ingresso costa 5 €. Le zone migliori sono la corte esterna e la cappella interna con una splendida pala d’altare. Con la guida abbiamo impiegato 40 minuti buoni per una visita completa ed approfondita. Si trova facilmente parcheggio ai piedi del castello.

Riempita la mente di nozioni e fattasi ora di pranzo, era giunto il momento di rimpinguare la pancia.

giornata in valle d'Aosta

 TRATTORIA OMENS: DOVE LA FONTINA É DI CASA

Abbiamo scelto la Trattoria Omens per il menù fortemente caratteristico della Vallè. Scelta più che azzeccata perchè abbiamo mangiato benissimo e provato alcuni piatti valdostani mai assaggiati prima. Il ristorante è in cima ad una stradina che passa in mezzo ai boschi, immerso nel verde e nel silenzio. Appena siamo arrivati abbiamo visto portare dall’orto delle verdure fresche in cucina. Questo si che è buon segno.

La grande qualità delle materie prime si sente ad ogni boccone. A partire dal ricco tagliere di salumi con coppa al ginepro, salame di suino, salame con patate e barbabietola, il crudo di Saint Marcel e la mocetta. Un piccolo viaggio tra i salumi valdostani che fa cominciare il pranzo alla grande.

giornata in valle d'Aosta

Gli antipasti non si fermano qui e prevedono anche un biscotto di fontina con lardo e dei buonissimi fiori di zucca ripieni di fontina. Ve lo abbiamo detto che qui la fontina è di casa giusto?

giornata in valle d'Aosta

Il bel fresco ci ha messo un grande appetito, perché gli antipasti sono già una bella sfida. Il primo, però, è un piatto che va assolutamente provato: la seuppa valdostana.

Si tratta di una zuppa solida preparata con pane raffermo, fontina, burro chiarificato e zucchine. Una bontà assoluta. È un piatto povero, di origine contadina e di sostanza, ma è proprio nella sua semplicità che risiede la sua eccezionale bontà. Questa zuppa è una delle nostre scoperte culinarie a cui saremo più affezionati.

giornata in valle d'Aosta

Impossibile non provare la polenta concia, simbolo della cucina valdostana. I formaggi erano abbondanti e la carne, soprattutto il vitello, tenerissima.

giornata in valle d'Aosta

Eravamo pieni, ma il dolce non potevamo non provarlo. Abbiamo mangiato una torta strepitosa! Una base di frolla con sopra una crema al cioccolato e un secondo strato di caramello alle nocciole! Buonissima!!!

giornata in valle d'Aosta

Il prezzo per tutto questo buon cibo è più che giusto (30 € circa) e uscirete dalla Trattoria Omens sazi e sorridenti. Un ottimo modo per concludere una stupenda giornata in Val d’Aosta!

giornata in valle d'Aosta

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply roberta 15 agosto 2017 at 16:15

    il prezzo è ottimo direi, e i piatti sembrano fenomenali…è nella tradizione contadina che si ritrovano le origini di tanti die miei piatti preferiti..sono un polentona e ne vado fiera, mangerei polenta da mattina a sera! peccato non avere in programma una fuga in valle d ‘aosta ,da qui Verona le vette del Sudtirolo sono più vicine, cavolo!

  • Reply Spignattando 15 agosto 2017 at 19:09

    Un ottimo prezzo per un pranzo davvero fenomenale!!! Noi adoriamo i pranzi così, dove si riscopre la tradizione di piatti “poveri”, sostanziosi e gustosi! 🙂 Anche le vette del Sudtirolo sono un’ottima idea per una bella giornata!

  • Leave a Reply

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: