MILANO DA MANGIARE

ITAshi: il giapponese all’italiana di Milano

22 agosto 2017
itashi

La cucina fusion non è una delle nostre grandi passioni culinarie, ma a Milano aprono spesso dei locali che fondono due stili di cucina completamente opposti. È soprattutto la curiosità che ci spinge a provarli e ci piace quando un locale riesce a stupirci positivamente. ITAshi riesce perfettamente nel suo intento di unire lo “shi”, l’anima giapponese, all’ITA, l’italianità degli ingredienti, creando un mix gustoso tutto da provare.

ITAshi: DOVE SIAMO?

Da poco più di un anno ITAshi è presente in un piccolo spazio in via Ludovico Muratori, zona porta Romana. Questo quartiere è uno dei food district più in crescita di Milano e un ottimo luogo dove proporre idee innovative. Il locale è veramente piccolino, giusto una dozzina di tavoli alti per consumare al volo. Una proposta apparentemente più da aperitivo che da cena.

IL CONCEPT DI ITAshi

L’idea di Itashi è unica a Milano. Del temaki, il cono di alga nori solitamente riempito con riso, è stata mantenuta la forma, ma ne è stata cambiata l’essenza. I coni sono un impasto di farina manitoba, lavorata a mano e cotta al forno. In seguito riempiti con varie farciture: vegetariane, di carne, di pesce e dolci.

itashi

FUSIONE RIUSCITA?

Si, assolutamente si. Abbiamo provato il menù disponibile a pranzo: 4 itamaki, di cui 3 vegetariani e uno con salmone o fassona. I gusti green erano caprese, verdure grigliate e parmigiana.

Il cono è ottimo all’assaggio, morbido e saporito, accoglie bene le farciture che abbiamo provato. Particolarmente buona la parmigiana, ma anche la fassona e la caprese ci hanno stuzzicato.

itashi

E IL CONTO?

Forse è l’unico punto a sfavore di ITAshi. Il menù a pranzo costa 12 € a testa, che va bene, ma è escluso l’itamaki dolce. I singoli pezzi costano dai 4 ai 6 €, tantino per un cono piccolo (pur a fronte di una buona qualità) e per essere sazi bisogna mangiarne 5 o 6.

L’idea di ITAshi comunque ci piace e gli itamaki sono molto buoni.

Andate a provarlo amici di Spignattando e fateci sapere cosa ne pensate di questa intrigante proposta fusion.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: