MILANO DA MANGIARE

Pisacco: una delizia di sapori d’autunno

4 dicembre 2017
pisacco

L’evento gastronomico a cui siamo più affezionati è il Taste Festival, perchè ci regala la possibilità di assaggiare i piatti degli chef di ristoranti stellati e Bib gourmand (i segnalati della guida Michelin non stellati) a prezzi contenuti. Grazie a Delizialy, nuovo progetto milanese dedicato alla cucina gourmet, abbiamo potuto tradurre gli assaggi in un menù completo. Siamo stati a cena da Pisacco, il ristorante di uno degli chef più talentuosi d’Italia: Andrea Asoli.

DELIZIALY: DI COSA SI TRATTA

Abbiamo scoperto Delizialy in una calda giornata d’agosto e ne siamo rimasti colpiti immediatamente. È un progetto unico e interessante, che mette al centro di un’esperienza gastronomica di alta qualità il cliente.

Lo chef crea una cena speciale che, tramite il sito di Delizialy, viene resa disponibile alla community in anteprima. Al raggiungimento di un minimo di prenotazioni, la cena diventa realtà.

Come loro stessi dicono “Delizialy rappresenta l’incontro tra chi delizia e chi vuole essere deliziato”. E noi volevamo parecchio essere deliziati e abbiamo prenotato la nostra cena da Pisacco.

MA TORNIAMO AL PISACCO

Pisacco è un bistrot moderno di proprietà, tra gli altri, dello chef Andrea Berton. Alla guida della cucina, da pochi mesi, si è instaurato Andrea Asoli, uno dei talenti più cristallini della cucina italiana.

Asoli lo abbiamo incrociato al Taste of Milano già due volte, ma non avevamo mai provato la sua cucina. La cena nel suo bel ristorante è stata l’occasione giusta per scoprire la sua bravura e le sensazioni che vuole trasmettere.

PISACCO: L’ELEGANZA DELLA SEMPLICITÀ

Uno degli aspetti che maggiormente apprezziamo in ristoranti come Pisacco è il venir coccolati dall’inizio alla fine. Abbiamo cenato nella sala sotterranea, più intima rispetto a quella superiore, e dalle volti azzurre a botte che ci hanno ricordato la Grecia.

pisacco

Il servizio è stato attento e preciso, ogni piatto spiegato nel dettaglio. Siamo rimasti incantanti dalla spiegazione della carta dei vini. Il maître avrebbe potuto continuare per ore e noi lo avremmo ascoltato senza batter ciglio.

La nostra scelta è ricaduta su un Langhe bianco fermo e fruttato e un Weisser Burgunder, vino bianco tedesco leggermente mosso e più strutturato, con note di legno in chiusura. Due ottime scelte che ci hanno accompagnato per tutta la cena.

UN MENÙ DI NOTE D’AUTUNNO

Abbiamo iniziato la cena con un antipasto, il cui protagonista è l’ortaggio simbolo dell’autunno: la zucca. Accompagnata dal radicchio, dalla mela, dalle arachidi e da una crema di arancia è una dolce melodia classica di ingresso, che insiste sui sapori principali.

La dolcezza della zucca contrapposta all’amaro del radicchio, ma anche la consistenza morbida della mela in contrasto con la croccantezza delle arachidi.

pisacco

Il primo è un piatto decisamente rock: risotto alle castagne e guancetta. Un piatto difficile da descrivere perchè provoca delle sensazioni spettacolari al gusto, all’olfatto e alla vista che poi è complesso tradurre a parole.

Il riso cotto perfettamente e mantecato in maniera sublime, le castagne sullo sfondo a suonare il basso e la guancetta di maiale a condurre il piatto sulla batteria. Questo è uno di quei risotti che ci ricorderemo per molti, molti anni.

pisacco

Il secondo, maialino arrosto con clementine e sedano rapa, è un bel pezzo da ballare. Il maiale tenerissimo, con una caramellatura in superficie da re della pista; sedano rapa e clementine ad alternarsi in un duetto tra la leggerezza e l’agrumato intenso.

pisacco

Abbiamo concluso la nostra cena da Pisacco con un dessert R&B. Un dolce, secondo noi, può essere creato in mille modi diversi, ma deve avere una caratteristica fondamentale: la golosità.

E il cremoso alla ricotta con pera sciroppata alla cannella e crumble alla nocciola è molto goloso. La sua componente blues, delicata, sono gli ingredienti principali presi singolarmente, ma il suo rhytmh è tutto nell’insieme, con la pera sciroppata vera protagonista del dolce, sensuale e avvolgente.

pisacco

La cena da Pisacco prenotata tramite Delizialy è stata una bellissima esperienza. Ambiente elegante, piatti spettacolari e conto molto conveniente (38 € a persona). La cucina autunnale di Asoli è stata una scoperta, ci ha letteralmente preso per la gola.

Ci rivedrà Pisacco e ci rivedrà anche Delizialy, perchè abbiamo ancora tanta, tanta voglia di farci deliziare!

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply Alessia 4 dicembre 2017 at 18:43

    Ma non avete speso praticamente nulla per una cena così! E che bel locale! C’è una bella atmosfera nella saletta dove avete mangiato voi, intima, romantica quasi.
    E adesso come faccio che per cena ho un misero minestrone?! 😔

  • Reply Spignattando 4 dicembre 2017 at 20:24

    Infatti Alessia, è proprio il bello di Delizialy! Ti mette a disposizione cene gourmet ma a un prezzo davvero contenuto 😉 La saletta era davvero deliziosa e ha creato l’atmosfera giusta per una splendida serata 🙂

  • Leave a Reply

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: