MAPPAMONDO DEI DOLCI, RICETTE

Shortbread: la ricetta dei biscotti friabili scozzesi

6 Novembre 2019
shortbread

L’autunno è arrivato prepotente a Milano, piove talmente tanto che sembra di stare in Scozia. Ecco appunto, la Scozia è un paese che ci regala i biscotti ideale da abbinare ad un buon tè caldo in queste giornate: i famosissimi shortbread.

Gli shortbread sono uno dei biscotti iconici del Regno Unito e devono il loro nome alla caratteristica friabilità, ideale per accompagnare il tè britannico. Short è ormai un termine in disuso che, in un’accezione, significa appunto friabile.

Esistono diverse forme per gli shortbread: la più comune rettangolare che abbiamo usato anche noi; una forma tonda simile ad altri biscotti da tè ed infine la petticoat tail, un grosso biscotto circolare da dividere a spicchi.

Ingredienti per gli shortbread scozzesi:

125 g di burro
55 g di zucchero
180 g di farina

Procedimento:

  • In un mixer mettete il burro, lo zucchero e una parte di farina (più o meno 4 cucchiai dal quantitativo indicato tra gli ingredienti).
  • Mixate fino ad ottenere un composto grossolano.
  • Versate in una ciotola insieme alla restante parte di farina e mescolate velocemente con le mani, senza scaldare troppo il burro.
  • Formate un panetto, copritelo con carta forno e lasciatelo riposare in frigorifero per almeno una mezz’oretta.
  • Stendetelo in una forma rettangolare alta 1,5 cm e ricavate dei piccoli rettangoli.
  • Posizionateli su una teglia con carta forno, leggermente distanziati tra loro e bucherellateli con uno stuzzicadenti.
  • Infornate a 180° in modalità ventilata per 15-20 minuti. Non devono colorirsi troppo e, una volta raffreddati, saranno pronti da mangiare.
shortbread scozzesi

You Might Also Like

No Comments

La tua opinione è importante

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: