Ricette, Voglia di Dolce

Torta di rose profumata ai lamponi

12 Maggio 2020
torta di rose ai lamponi

Tra cooking challenge e video ricette ci stiamo divertendo tantissimo in questo periodo e stiamo facendo dei piatti o dei dolci che, prima, non avremmo mai pensato di realizzare. L’ultima sfida proposta dall’Ile Douce ci ha permesso di cimentarci nella torta di rose.

La storia della torta di rose

La torta di rose ha un’origine antichissima. È uno di quei dolci che ci piace raccontare, perché carichi di suggestioni. La forma ricorda molto la rosetta emiliana ed è proprio in quella marca che probabilmente nasce.

Si diffonde poi alla corte degli Este di Ferrara grazie al cuoco Cristoforo di Messisbugo, che sembra esserne l’inventore vero e proprio, probabilmente perché è stato il primo a dare il nome di “torta di rose”. La storia qui prende una piega misteriosa, perché la tradizione vuole che la torta fosse in onore di Isabella d’Este, ma il gossip rinascimentale ci instilla il dubbio che la donna alla quale sia dedicata fosse Lucrezia Borgia, famosa per la bellezza dei suoi riccioli dorati, alla quale le rose si ispirano.

Quel che è certo è che fu Isabella d’Este, trasferitasi a Mantova come sposa di Francesco II Gonzaga, a diffondere la torta. I Gonzaga erano famosi per i loro lauti banchetti, nei quali comparivano piatti molto complessi con cui stupire gli astanti. La torta di rose, proprio in questi pasti per nobili, diventa famosa e si inserisce nella tradizione culinaria mantovana.

Ingredienti per la torta di rose ai lamponi:

per la base

500 g farina Petra 1
100 g zucchero
15 g lievito
100 g burro
5 g sale
200 ml tisana ai lamponi
2 uova

per la farcitura

200 g burro
200 g zucchero
composta di lamponi

Procedimento:

  • In planetaria con il gancio mescolate farina e zucchero.
  • Aggiungete la tisana in cui avrete sciolto il lievito.
  • Quando l’impasto comincia a compattarsi unite poco per volte le uova leggermente sbattute. Procedete con calma, dando il tempo all’impasto di incordarsi e di inglobare le uova.
  • Incorporate il sale.
  • Per ultimo aggiungete il burro un pezzetto per volta, aspettando che ognuno venga assorbito per bene.
  • Dovrete lavorare l’impasto per venti minuti circa, quando sarà liscio e si staccherà dalle pareti trasferitelo sul piano di lavoro.
  • Date qualche piega a mano, formate una palla e mettete in una ciotola leggermente imburrata. Coprite con pellicola a contatto e fate lievitare un paio d’ore a temperatura ambiente.
  • Trascorso il tempo di lievitazione trasferite l’impasto in frigo, il giorno dopo toglietelo un’ora prima di lavorarlo.
  • Nel frattempo preparate la crema al burro. Noi abbiamo usato un mixer per tritare fine lo zucchero, se volete potete usare zucchero a velo e montarlo con il burro in planetaria o con una frusta elettrica.
  • Quindi tritate lo zucchero e aggiungete il burro morbido, mixate fino a ottenere un composto cremoso.
  • Stendete l’impasto su un piano di lavoro leggermente infarinato, cercate di ottenere un rettangolo abbastanza sottile.
  • Spalmate con la crema al burro e farcite con la composta di lamponi.
  • Arrotolate dal lato lungo formando un lungo salamotto.
  • Tagliate le roselline alte circa 2/3 cm. Disponetele, con il motivo circolare verso l’alto, in un teglia foderata da carta forno distanziate tra loro. Con queste dosi abbiamo riempito una teglia da 26 cm con 9 roselline e le altre le abbiamo disposte nella teglia da muffin.
  • Coprite con pellicola e fate lievitare un’ora circa, dovranno aumentare di volume e cominciare ad avvicinarsi tra loro.
  • Scaldate il forno a 180° funzione statica. Infornate per 30 minuti circa.
  • Se comincia a colorare molto sulle punte, gli ultimi 5/10 minuti impostate il forno in funzione ventilata.
  • Fate raffreddare per bene la torta prima di sfornarla, cospargete con zucchero a velo e gustatela a merenda.
torta di rose profumata ai lamponi

Ricetta realizzata in collaborazione con Lamponi dei Monti Cimini

You Might Also Like

No Comments

La tua opinione è importante

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: